Autostima

Cosa è l'autostima

Created with Sketch.

L'autostima è il valore che una persona dà a se stessa.
Non è una struttura rigida
: può diminuire un pò quando si deve affrontare un problema e ci sente un pò insicuri, può aumentare e nutrire il sè quando ci sente bravi ed efficaci.
Un certo livello di oscillazione è del tutto normale. Se però la soddisfazione e la fiducia in noi stessi tende a fissarsi troppo verso il basso o verso l'alto può interferire con il nostro benessere e nelle nostre relazioni


Il concetto di autostima include: 

  • la soddisfazione di se stessi
  • la fiducia nelle proprie capacità, pratiche ed emotive
  • quanto ci si apprezza e ci si vuole bene
  • quanto si sente di meritare cose buone


Per  un'autostima adeguata è importante la corrispondenza tra l'immagine ideale di sè con quella reale: se queste due visioni non sono in linea l'una con l'altra, il rischio è di vedere solo i propri difetti o, al contrario, solo i propri pregi.

L'autostima può essere influenzata da varie situazioni:

  • obiettivi non raggiunti
  • relazioni conflittuali 
  • difficoltà a relazionarsi con gli altri
  • critiche e giudizi da parte degli altri


Il miglioramento dell’autostima è una premessa fondamentale per il benessere psico-sociale della persona

Indicatori dell'autostima

Buona autostima

Le persone con buona autostima hanno una sufficiente elasticità per riuscire a mantenere un positivo senso di fiducia, e una visione di sè e degli altri stabile:

  • hanno una buon livello di  consapevolezza 
  • sanno riconoscere gli errori, si sentono a proprio agio nel fare e ricevere complimenti e mostrano un’armonia tra ciò che dicono e ciò che fanno
  • condividono le loro esperienze e idee con calma e gentilezza, riescono a difendere la propria opinione ma a modificarla se necessario
  • non hanno paura di esprimere i propri bisogni e desideri 
  • sono motivate ad imparare cose nuove: non temono le sfide, anzi, talvolta le cercano e ne traggono soddisfazione in termini di crescita e realizzazione personale
  • accettano le critiche e le gestiscono senza prenderle sul personale, con la consapevolezza che sono utili per imparare e crescere
  • sanno che il loro valore non dipende dalle opinioni altrui
  • sono in grado di guardarsi dentro e mantengono un sano equilibrio tra lavoro, vita privata e svago
  • hanno relazioni basate sul rispetto 
  • riescono ad esprimere affetto
  • accettano gli altri per come sono 
  • riescono a mantenere un buon livello di tranquillità interna



Bassa autostima

Le persone con bassa autostima tendono a fissarsi sulle proprie caratteristiche negative:

  • hanno scarsa fiducia in se stesse e nelle proprie capacità, di conseguenza fanno fatica ad intraprendere strade nuove e a cogliere occasioni importanti 
  • sono più vulnerabili all'ansia e allo stress
  • fanno più fatica a superare una frustrazione
  • sono spesso indecise
  • fanno fatica a ricevere complimenti, pensano di non meritarli
  • cercano l'approvazione degli altri per ricevere conferme positive su se stesse, anche se poi queste conferme non bastano mai
  • ogni sbaglio, anche piccolo, diventa una conferma del proprio scarso valore


Anche persone che appaiono molto sicure di sè possono avere un problema di autostima, mascherato spesso dall'orgoglio e dalla testardaggine. In questo caso potranno esserci:

  • atteggiamenti di superiorità e arroganza
  • difficoltà a vedere i propri punti di debolezza
  • mancato riconoscimento dei propri errori
  • difficoltà ad identificare comportamenti idonei 
  • difficoltà nelle relazioni familiari, di coppia, sociali e lavorative

Migliorare l'autostima

Created with Sketch.

MIgliorare l'autostima significa avere un sano amore verso se stessi, imparare a rispettarsi di più, apprezzando i propri pregi e i propri difetti: infatti, la perfezione non esiste.

Come migliorare l'autostima
 

Ecco alcuni suggerimenti per sostenere e aumentare l'autostima:

  • portare a termine un piccolo compito, senza rimandarlo. Non serve che si tratti di qualcosa di importante, il solo fatto di riuscire in qualcosa fa bene alla stima di sè
  • affrontare le piccole sfide della quotidianità con atteggiamento attivo, senza lasciarsi trasportare dagli eventi
  • pensare a quali possano essere i propri aspetti positivi, se è difficile individuarli si può chiedere ad una persona di fiducia qualche suggerimento: a volte gli altri vedono cose che da soli è difficile vedere
  • procedere per piccoli passi e valorizzare i progressi
  • pensare al risultato ma anche al modo in cui si procede per reggiungerlo, che per quanto possibile dovrebbe essere gradevole
  • evitare di paragonarsi agli altri: il paragone con un'altra persone su cosa l'altro ha fatto o sulle sue caratteristiche è solo fonte di frustrazione perchè si parte già da una visione di sè sfavorevole (altrimenti non avremmo bisogno di confrontarci)
  • tenere in giusta considerazione la storia e le caratteristiche individuali: a volte è difficile, ma una visione parziale di sè rischia di essere autosvalutante
  • dedicare del tempo a qualcosa di piacevole: un hobby, un'attività che faccia stare bene, qualcosa da dedicarsi
  • pensare ad obiettivi realistici: non chiedere a se stessi più di quanto ci si aspetterebbe dagli altri 
  • pensare che tutti si ha una base buona da cui partire, e da lì è sempre possibile costruire
  • ricordarsi che uno sbaglio non può rovinare tutto: se qualcosa va storto non si diventa automaticamente dei "falliti". Però la paura del fallimento può portare a pretendere troppo da se stessi e a non perdonarsi nulla
  • concedersi di essere stati bravi: quando ci si impegna, indipendentemente dal risultato
  • impegnarsi nell'accettazione di sè


Se si sente che la propria autostima ogni giorno vacilla, ci si sente sbagliati e non si riesce a mettere in pratica quanto detto sopra, bisogna chiedere un aiuto qualificato.

 Come posso aiutarti?

Created with Sketch.

Lo sviluppo e il mantenimento di una sana autostima può essere ostacolato da momenti di crisi o da eventi negativi.

Il mio aiuto consiste nel comprendere i motivi per cui l'autostima si è abbassata e nel trovare e sviluppare le risorse già presenti nella persona. Per farlo e per arrivare ad una risoluzione della problematica, la strada è quella di un percorso di sostegno psicologico all'autostima, in cui l'attenzione sarà posta:

  • al superamento del momento di crisi
  • allo sviluppo della consapevolezza: per imparare a conoscere meglio i propri pensieri, emozioni, reazioni e comportamenti 
  • al favorire l'accettazione di sè, pregi e difetti
  • al favorire le relazioni interpersonali: relazioni buone e positive permettono il confronto costruttivo con gli altri e favoriscono l'autostima 
  • all'identificazione di obiettivi di vita validi e costruttivi
  • affrontare e superare la paura del cambiamento


Questo tipo di lavoro permette di trovare un nuovo equilibrio, di gestire meglio le difficoltà future, di trovare stimoli nuovi e sentirsi più realizzati